Calcio Pisa
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Reggiana-Pisa: la storia di una sfida lunga 30 partite

Torna dopo tre anni Reggiana-Pisa. Un match che vanta 30 precedenti e che è una sfida tra due club che hanno una lunga militanza in serie B. Nell’ultimo precedente, finito 2-2, andò in gol capitan Antonio Caracciolo ( nella foto).

Sono ben 39 le partecipazioni per entrambe le squadre che si sono affrontate sempre tra serie B e C. Su 30 partite giocate a Reggio Emilia il Pisa ha vinto tre volte, pareggiato 10 e perso 17.

Il primo precedente risale al 5 aprile 1925 con vittoria della Reggiana per 3-1. Il primo squillo nerazzurro arriva il 19 giugno 1966 ed è un successo di importanza capitale. All’ultima di campionato di serie B  i nerazzurri neopromossi di Umberto Pinardi devono assolutamente vincere, per tenere dietro la Pro Patria, contro una Reggiana già salva. La gara è in equilibrio ma quella è la grande giornata di Pier Luigi Galli che al 45′ segna la rete che sblocca la gara e libera il Pisa da tutte le paure. Galli poi  segna un altro gol nel finale. Finisce 3-0 con in mezzo il rigore di Guglielmoni. Il Pisa è salvo.

Nel 1981-82, sempre in serie B, il Pisa di Aldo Agroppi chiude il girone d’andata andando a vincere per 1-0 al Mirabello con un gol di Todesco dopo una grande giocata a a venti minuti dalla fine. Al ritorno lo 0-0 dell’Arena riporta il Pisa in serie  A dopo 13 lunghi anni. E la Reggiana di Fogli si salva. L’ultima vittoria del Pisa è datata 23 dicembre 2000 in serie C. L’unica nello stadio attuale che però si chiamava ancora Giglio.

I nerazzurri di Francesco D’Arrigo si imposero 2-1 in una giornata dal clima natalizio. La sblocca il centrocampista Belluomini a inizio secondo tempo, poi Alessandro Frau la chiude segnando su rigore al 92′ la sua terza e ultima rete in maglia nerazzurra. Tutte reti arrivate dagli undici metri. Troppo poco per un ragazzo che aveva esordito nelle coppe europee con la Roma. La gara finisce 2-1 perché Minetti, futuro nerazzurro, segna il gol della bandiera per la Reggiana.

L’ultima volta, il 27 settembre 2020, praticamente tre anni fa, è finita 2-2 alla prima di campionato in serie B. Porte chiuse per l’emergenza Covid e presente solo gli addetti ai lavori e la stampa. Che racconta una gara emozionante e ricca di colpi di scena. Va avanti la reggiana con Mazzocchi in avvio, poi il Pisa la ribalta con Caracciolo e Vido ma non la chiude. La Reggiana di Alvini, appena promossa in B, resta in partita e pareggia sugli sviluppi di un calcio d’angolo con Martinelli. Il Pisa di Luca D’Angelo si morde le mani.

Tra i corsi e ricorsi storici va detto che Reggiana-Pisa del 25 febbraio 1990, finita 0-0,  venne giocata dopo un minuto di silenzio, come su tutti i campi di calcio,  per ricordare la figura di Sandro Pertini. Partigiano e presidente della Repubblica dal 1978 al 1985. Scomparso proprio il giorno prima all’età di 93 anni a Roma. Significativo il ricordo di Pertini in una città che è la città del tricolore e può fregiarsi della medaglia d’oro al valor militare per l’alto contributo dato alla resistenza durante la guerra di liberazione. Dopo oltre 33 anni si torna a giocare a pochi giorni dalla morte di un altro ex presidente della Repubblica, ovvero Giorgio Napolitano.

 

Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

L'analisi di Bari-Pisa 1-1. Secondo calo consecutivo nel secondo tempo, ma il sogno playoff resta...
Secondo tempo non positivo da parte dei nerazzurri...
Ventura
Il Pisa ha espugnato il San Nicola una sola volta, però fu un successo storico....

Dal Network

Le parole del tecnico biancorosso al termine della sfida pareggiata contro il Pisa...
Calcio di rigore di Puscas a pareggiare l'iniziale vantaggio di Calabresi: nel finale tante occasioni,...
4-3-1-2 per Giampaolo che dovrebbe concedere nuova fiducia a Bellomo al centro del campo, Pucino...

Altre notizie

Calcio Pisa