Calcio Pisa
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Pisa, Aquilani: “Dobbiamo dare senso alla vittoria di Bolzano. Nagy? Non esiste alcun caso”

Le parole dell'allenatore nerazzurro alla vigilia della sfida contro il Brescia

Il Pisa è pronto a tornare in campo dopo la sosta per le nazionali. Il club nerazzurro sabato (calcio d’inizio alle 16:15) ospiterà il Brescia di Rolando Maran, reduce da cinque sconfitte consecutive. Nella conferenza stampa della vigilia, Alberto Aquilani ha analizzato i temi della partita.

 

Sulle ultime settimane – Due settimane importanti, fatte bene. Abbiamo lavorato molto bene. D’Alessandro e De Vitis sono pronti, Caracciolo è recuperato e sta bene.

Sui nazional – Chi è rientrato dalle nazionali è motivato, in tre hanno raggiunto un traguardo molto importante, gli Europei. Adesso per loro la priorità è il Pisa, e devono fare di tutto per dare il bene del club.

Parole Nagy – Ne abbiamo parlato. Quando succedono queste cose il rischio è creare confusione, ambiente non positivi, ma toccano più l’esterno con l’interno. Nagy con me si è sempre comportato bene. Mi ha detto che la traduzione è stata tradotta male. Vuole giocare di più? È giusto, guai fosse il contrario. Abbiamo parlato e chiarito, lui si allena e dà sempre tutto. Per me non è un problema. Se a gennaio qualcuno vuole cambiare, siamo aperti a tutto, ne parleremo tra sei partite. Ma oggi sono tutto dentro la causa.

Parole Veloso – Miguel è un ragazzo che porta entusiasmo, esperienza, ha dato una sua idea. Noi siamo consapevoli di essere una squadra forte, ma dobbiamo dimostrarlo.

Sul Brescia – Giocare dopo una sosta è sempre un’incognita, con un allenatore diverso è una doppia incognita. Puntiamo il focus su cosa dobbiamo far noi. Delle indicazioni dobbiamo darle, e facciamo un mix. La sua idea per fare calcio la conosciamo, affronteremo una partita per noi vitale. Perché? Ne abbiamo affrontati già tanti di spartiacque andati male, ora non deve succedere.  Ora dobbiamo dare continuità e un senso alla vittoria di Bolzano.

Squalifica di Marin – Ho una rosa talmente importante da non avere problemi per sostituirlo. Ci siamo allenati nel modo giusto per far sì che chi gioca sappia cosa dover fare.

Toto-formazione – Davanti cominciamo a essere un buon numero. Stanno tutti bene: diventerà una scelta tecnico/tattica. Sono in difficoltà perché i ragazzi mi stanno mettendo in difficoltà. Arena? Sta bene. È un giocatore molto forte, può e deve fare il salto di qualità. Prima mentalmente, poi fisicamente.

 

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Due-tre settimane di stop per l'attaccante, che salterà varie partite importantissime per i nerazzurri...
Nicolas ed Hermannsson
I temi del giorno analizzati dalla carta stampata...
L'arbitro calabrese ha diretto in stagione la sconfitta interna dei nerazzurri contro il Lecco...

Dal Network

Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata storica,...

Il tecnico rossoblu al termine del match: "C'è rammarico. Purtroppo il calcio è questo, ci...
Calcio Pisa