Calcio Pisa
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Ottobre 1982: Il Pisa batte per 3-2 la Sampdoria ed è primo in serie A

La vittoria del Pisa per 3-2 nella stagione 1982-83 sui blucerchiati vale il primato nella massima serie per i nerazzurri del presidentissimo Romeo Anconetani (nella foto).

Il 3 ottobre 1982 il Pisa allenato da Luis Vinicio riceve la visita della capolista Sampdoria alla quarta giornata del campionato di serie A successivo al trionfale mondiale in Spagna della nazionale italiana.

I blucerchiati allenati dal pisano Renzo Ulivieri, è nato a San Miniato, sono primi in classifica a punteggio pieno dopo tre giornate. Con tre vittorie clamorose su tre big come Juventus, Inter, in trasferta, e Roma. La Sampdoria è neopromossa come i nerazzurri che sono partiti altrettanto bene e hanno già racimolato quattro punti. Pareggi preziosi a Cesena e Ascoli, rimontando da 2-0, e nel mezzo la vittoria casalinga in uno stadio cantiere e ricolmo di gente contro il Napoli. L’arena quel 3 ottobre è strapiena.

Nella Sampdoria assenti gli stranieri Francis e Brady. Arrivato in estate dalla Juventus dopo il rigore scudetto segnato a Catanzaro. Il Pisa invece schiera il danese Klaus Bergreen che sta facendo molto bene ma è comunque alla ricerca del suo primo gol in serie A dopo quello in Coppa Italia realizzato nel 3-0 rifilato al Campobasso. L’altro straniero, Caraballo, è in panchina. Dopo poco più di un minuto il Pisa la sblocca: angolo di Sorbi dalla destra per Occhipinti, corta respinta della difesa irrompe Todesco che si fa spazio andando indietro e calcia un sinistro imparabile nell’angolino alla destra di Bistazzoni. 1-0. Il Pisa viaggia a velocità doppia e al 20′ Todesco sfiora il raddoppio calciando di poco alto su un lancio di Gozzoli.

Il raddoppio è solo rimandato: Colpo di testa di Occhipinti per il solito Todesco, Bistazzoni è battuto ma lo salva il palo, Berggreen che stava già per esultare si ritrova la palla sui piedi e a porta vuota non sbaglia. Ora può esultare. Il danese alza le mani al cielo in quella che diventerà una sua esultanza caratteristica. L’Arena esplode letteralmente di gioia.
Nella ripresa la Sampdoria prova la rimonta ma il Pisa è attento e controlla piuttosto bene la gara. Mannini respinge una punizione dal limite di Mancini. Al 73′ il portiere nerazzurro viene contrastato in uscita da Casagrande e Guerrini, perde palla e Scanziani segna a porta vuota. Il portiere protesta in maniera decisa contro l’arbitro Benedetti di Roma che però convalida. Ma il Pisa viaggia davvero ad un’altra velocità. E quando dice di fare sul serio lo fa.

A dieci minuti dalla fine punizione perfetta di Sorbi dalla sinistra, Berggreen è bravo a liberarsi in area a e a girare in rete di testa all’incrocio dei pali proprio sotto la curva Nord. Gol bellissimo e corsa del danese sotto la Nord con giro sulla pista di atletica. La gara è ancora bellissima. La Samp non molla e Scanziani si divora poco dopo la palla che avrebbe riaperto la gara con un colpo di testa da due passi risultato troppo morbido e bloccato da Mannini. Occhipinti, scatenato quel giorno, chiede un rigore per un contatto in area blucerchiata con Ferroni. Rigore negato. Da un possibile rigore per il Pisa a uno per la Sampdoria proprio al novantesimo.

Protagonista sempre Occhipinti. Il numero dieci nerazzurro tocca di mano a Mannini battuto. Rigore netto. Mancini trasforma ma è tardi per gli ospiti. Il Pisa vince 3-2 e per la prima volta è in testa alla classifica nella storia dei campionati a girone unico. Un primato diviso con Sampdoria e Roma.

La Gazzetta dello sport titola: “Pisa, che colpo. Batte la Sampdoria e la raggiunge in vetta. La Roma completa il trio di testa”. La Stampa di Martedì 5 ottobre invece punta sullo straniero nerazzurro: “Berggreen e Pisa, è nato un amore”. E annuncia anche la partenza del Pisa per l’Arabia Saudita per giocare un amichevole contro la nazionale di casa. I nerazzurri vinceranno l’incontro per 3-1. E pensate che la domenica seguente si giocava in campionato. E il Pisa conquistò un bel punto a Cagliari. Una gara finita 1-1 sempre con gol di Berggreen.

Subscribe
Notificami
guest
3 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Il computo dei precedenti con il racconto delle vittorie nerazzurre a Parma. L'ultimo successo quasi...
Due successi per i nerazzurri al San Vito. L'ultimo nel 2021-2022. ...
Ventura
Bilancio favorevole ai nerazzurri nelle gare casalinghe contro i liguri. Con Gian Piero Ventura in...

Dal Network

Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata storica,...

Il tecnico rossoblu al termine del match: "C'è rammarico. Purtroppo il calcio è questo, ci...
Calcio Pisa