Calcio Pisa
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

La storia del giorno: Il Pisa vince un derby leggendario

Il 3 luglio 1921 i nerazzurri superano per 1-0 il Livorno a Bologna e diventano campioni d’Italia centro-meridionale. Il gol di Tornabuoni vale la finale per il titolo italiano contro la Pro Vercelli.

Il punto più alto in 114 anni di storia (celebrati dalla Curva Nord nel recente Pisa-Cagliari come si vede nella foto).

Al campo Sterlino Stendardo di Bologna va in scena quello che per la posta in palio è il derby più importante di sempre per Pisa e Livorno. Mai più le due squadre si ritroveranno contemporaneamente così in alto. Il Pisa allenato da Jozsef Ging, il mago ungherese, ha vinto il proprio girone con 25 punti davanti proprio al Livorno con 24. Decisivo il derby dell’Arena vinto per 3-0 dai nerazzurri con doppietta di Merlini e gol di Merciai dopo lo 0-0 di Livorno. I nerazzurri poi si impongono nel girone di semifinale eliminando la Fortitudo Roma, decisivo il 2-1 nella capitale, e i napoletani  della Bagnolese.

Nella gara decisiva per conquistare la finale nazionale e il titolo centro meridionale  i nerazzurri ritrovano di nuovo il Livorno sulla loro strada. La sede di Bologna è contestata da entrambe le società , come riporta Il Sogno nerazzurro  di Renzo Castelli, perché ritenuto più favorevole all’avversario. Ma Bologna non è troppo lontana e nonostante all’epoca sia difficile vedere degli esodi per eventi sportivi tanti tifosi, di entrambe le città, partono alla volta della città emiliana.

La partita è tesa, equilibrata, con il Pisa che gioca prevalentemente all’attacco ma senza creare grossi pericoli. Il primo tempo si chiude sullo 0-0 ma all’intervallo Ging chiede, come spesso capita, di andare più avanti al centrocampista Tornabuoni. Un vero e proprio gigante. Al 3′ della ripresa Corsetti calcia un corner sul secondo palo dove è appostato proprio Tornabuoni che di testa mette in rete. Il vantaggio non ferma il Pisa che va ancora in gol al 10′ con Tornabuoni. L’arbitro Venegoni di Legnano però annulla.

A quel punto il Livorno prende coraggio e inizia a creare occasioni ma il portiere nerazzurro Mario Gianni è come sempre attento e para tutto. Non a caso è  soprannominato il Gatto magico e arriverà anche a giocare in Nazionale. A un quarto d’ora dalla fine un episodio che oggi sarebbe stato da Var. L’attaccante livornese Magnozzi entra a contatto con il solito Tornabuoni in area pisana ma l’arbitro non concede il rigore. I tifosi livornesi invadono il campo costringendo i carabinieri ad intervenire. Dopo l’interruzione il Pisa resiste nell’ultimo quarto d’ora e si guadagna il titolo di Campione d’Italia Centro Meridionale. 

La sospensione della partita, chiusa alle 19,45 che era iniziata alle 17,35, non permette a giocatori e tifosi dello Sporting club di riprendere il primo treno per Pisa. In città invece si festeggia con centinaia di persone che invadono la stazione dopo che per telefono si era diffusa la splendida notizia. In finale il Pisa affronterà la Pro Vercelli campione d’Italia centro settentrionale. I bianchi superano per 3-1 il Bologna a Livorno il 17 luglio. La sede scelta per la finalissima per il titolo di Campione d’Italia sarà Torino. Scelta che farà arrabbiare la dirigenza nerazzurra per la vicinanza con Vercelli. Ma questa è un’altra storia.

 

 

 

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Pisa, 9 Aprile 1909. Al tramonto, in una casa vicino a Piazza San Paolo a...

Sono cinque i successi dei nerazzurri al Rigamonti. L'ultimo, nel 2021, porta la firma di...
Tra i ricordi recenti nel lunedì dell'Angelo lo splendido 3-1 rifilato due anni fa al...

Dal Network

Altre notizie

Calcio Pisa