Calcio Pisa
Sito appartenente al Network

Correva l’anno: Il Pisa perde la finale playoff con il Monza

Esattamente un anno fa il Pisa perde la finale playoff per andare in serie A con il Monza davanti al proprio pubblico. Una delusione che ha segnato anche l’approccio alla stagione successiva. A cominciare dall’esonero di Luca D’Angelo, poi richiamato dopo sei partite al posto di Rolando Maran.

A un anno di distanza resta il ricordo di una serata dalle mille emozioni e da un sogno finito solo ai supplementari. Dopo la sconfitta per 2-1 all’andata il Pisa deve vincere con due gol di scarto per andare subito in A, con uno per giocarsela ai supplementari ed eventualmente ai rigori. I nerazzurri sono terzi in campionato per gli scontri diretti migliori del Monza ma avendo conquistato gli stessi punti il regolamento gli regala solo il vantaggio di giocare il ritorno in casa. A maggior ragione il gol del terzino Filippo Berra nei minuti di recupero della gara di andata giocata all’U-power Stadium è  provvidenziale.

La gara dell’Arena, soprattutto per chi la osserva dall’esterno, è bellissima e spettacolare.  Dentro uno stadio tutto esaurito. Il Pisa segna dopo 45 secondi con Torregrossa che approfitta di un’incertezza di Pirola su cross da sinistra di Beruatto e va ad esultare sotto la Curva Nord. Sulle ali dell’entusiasmo il Pisa spinge sull’acceleratore e al 9′ raddoppia, passando in vantaggio nel doppio confronto con Hermannsson pronto a girare in rete di testa sul solito centro da sinistra di Beruatto sugli sviluppi di un calcio d’angolo.
Il Monza però torna subito in parità totale con Machin al 19′ e la sfida resta in grande equilibrio anche nella ripresa. Gli episodi non sorridono al Pisa. Puscas, solo davanti al portiere centra la traversa in pieno, Gytkjaer, come all’andata, entra e segna. Stavolta approfittando di un errore di Leverbe. Il 2-2 spinge il Monza in A a dieci minuti dalla fine. Il Pisa però non molla e al 90′ realizza il gol che vale il 3-2 e l’approdo ai supplementari grazie a uno splendido tiro al volo di Mastinu. Il Pisa però non ha più energie e il Monza sfrutta meglio i cambi e la chiude nel primo supplementare. Pareggiando con un colpo di testa di Marrone e poi con il solito Gytkjaer che sfrutta un retropassaggio errato di Birindelli. Il Monza esulta, il Pisa piange. Ma quella sera i nerazzurri uscirono giustamente tra gli applausi. Perché avevano dato davvero tutto.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Il 30 maggio 1988 il Pisa vince la sua seconda Mitropa Cup sconfiggendo all’Arena gli...

Il 28 maggio 2006 è stata una delle giornate più intense e rocambolesche della storia...

Calcio Pisa